Blog

Pregi e difetti della danza dell’ospitalità

In CasaCosta1956, il sito che dà voce alle nostre Case sparse tra le Dolomiti e la Val d’Orcia, abbiamo proposto una campagna dal titolo ‘La danza dell’ospitalità’. Anche se mostriamo collaboratori che danzano nelle cucine, nei bar, fra le stanze e nei corridoi, sappiamo bene che non tutti i passi…

Altro che la tivù!

Del continuo incedere verso l’infinita umanità, le tecniche di comunicazione, e non solo da ora, ne sono una parte importante. La propaganda fascista portò la radio in tutte le scuole d’Italia e fece conoscere la lingua italiana che a settant’anni dall’Unità d’Italia era ancora…

S-patriato

Al diritto di migrare corrisponde il diritto a restare, perché partire e restare sono i due poli dell’umanità. A volte vorrei fuggire. Dentro questa meravigliosa valle mi sento espatriato. O peggio ancora, s-patriato, senza patria. Sento la patria mancarmi sotto i piedi. Patria. In tedesco esiste…

Il turismo porno-alpino

La natura come capitale, il profitto come unico scopo aziendale, la monocultura turistica al posto della cultura dell’ospitalità, la turistificazione di massa al posto della convivenza: questo, in sintesi, è ciò che intendo con turismo porno-alpino, una forma di mercificazione, una dimensione che…

Il valore dell’Ospitalità

Entrai a far parte dell’azienda di famiglia, l’Hotel La Perla di Corvara, all’inizio degli anni ottanta. All’epoca nessuno si preoccupava del concetto di ospitalità, dei valori della nostra professione e nemmeno del marketing. Ci si limitava a lavorare come si era sempre fatto, tirandosi su le…

Wenn eine Ducati zur Landschaft wird

Landschaft existiert nur zusammen mit uns; sie ist das, was wir wahrnehmen, was wir leben. Eine Naturlandschaft ist nicht einfach nur Natur; sie ist das, was wir mit kreativer Kraft geschaffen haben und über was wir durch unser Handeln bestimmen. Das Röhren einer Ducati auf den Passstraßen rund um…

Uomo e natura: un perenne conflitto

1968. Vittorio Adorni diventa Campione del Mondo di ciclismo su strada con una fuga solitaria di novanta chilometri e un vantaggio al traguardo di quasi dieci minuti sul belga Van Springel. Il 1968 è anche l’anno dell’inizio dei movimenti studenteschi, che in Europa si contraddistinguono per…

Die Erde ist eine Fabrik

Die Schopfteufelskralle ist eine wunderschöne, seltene Gebirgsblume, deren botanische Bezeichnung soviel wie „geflochtene Blase“ bedeutet. In dieser herrlichen Blumenschönheit, in der sich das Absolute als Teufelskralle manifestiert, steckt keinerlei Gewinn. Sie ist aus utilitaristischer Sicht…

La Maratona dles Dolomites 2022: tutti noi in un Ciüf

Ciüf potrebbe farci pensare al suono del treno; in effetti la Maratona dles Dolomites è una grande locomotiva, fatta di tante anime che quest’anno viaggeranno sui binari del Ciüf che significa fiore nella nostra lingua ladina. Perché abbiamo scelto per questa 35a edizione il tema dei Ciüf, della…

Less is More – Meno è di Più

Quest’anno, per la 35a edizione della Maratona dles Dolomites, a fronte di 27.300 richieste di partecipazione, abbiamo deciso di abbassare il numero delle iscrizioni di mille unità, passando da novemila a ottomila iscrizioni. Il motivo è presto detto: vogliamo migliorare la qualità dei servizi,…

Manca poco

Manca poco. Arriverete in tanti e potrete godervi il paesaggio, anzi, sarete voi a essere paesaggio. Perché il paesaggio non esiste se non in noi, in quello che percepiamo. Quindi il paesaggio naturale è una nostra costruzione creativa e, attraverso le nostre azioni, lo determiniamo. Nel bene o nel…

FuTurismo, un accorato appello contro la monocultura turistica

Perché? Tutte le cose importanti, sagge, decisive, illuminanti, assolute, poetiche, meravigliose e imprescindibili sono già state dette, scritte, musicate, dipinte, filmate, scolpite. E forse, visto come sta girando il mondo, appaiono del tutto inascoltate, perfino inutili. E allora perché scrivere…

Bentornato Alex

Ciao Alex, sono qui che aspetto il tuo ritorno e non sai quanto mi manchi. Mi manchi anche perché mi facevi tanto divertire. “Eh, non ho la gamba oggi…”, così rispondevi a chi ti avvicinava dopo l’impresa alla Maratona dles Dolomites: 138 chilometri e 4200 metri di dislivello superati con le tue…

La festa è finita

Sarà uno degli ultimi autunni con i larici dipinti di arancione. Da sempre amo abbracciare quel vecchio albero, ora rosso fuoco, lì, sotto il Col Alt. Poi sarà la fine. Forse un asteroide colpirà il nostro pianeta, ma questo accadrà dopo. Forse moriremo di altri e più potenti virus, ma non subito.…

Tutti al mare a mostrare il cellulare

Al mare ho visto le cose che voi umani fate ma nemmeno immaginate di fare. No, non le navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione di bladerunneriana memoria. Per raccapricciarmi sono bastati i fogli excel aperti tra un aperitivo e l’altro, le indicazioni sul bilancio dispensate…

Un viaggio nell’immaginario industriale italiano

«Le montagne sono maestri muti che formano discepoli silenziosi». E ancora: «La montagna ha il valore dell’uomo che vi si misura altrimenti, di per sé, non sarebbe che un mucchio di pietre». Non ci sono passaggi migliori (il primo è di Goethe; il secondo di Walter Bonatti) per descrivere il senso…

FÜR EIN “JA” BRAUCHEN WIR EIN PAAR „NEINS“

Alta Badia ist das perfekte Urlaubsziel, „Alta Badia ist die größte Fülle wertvoller Genussmomente in den Bergen.“ Unser Bestreben ist es, uns von anderen Urlaubsorten abzuheben – weil wir mit Leidenschaft arbeiten, weil wir unsere Kultur haben, unsere Werte. All die schönen Worte in unseren…

Completiamo l’opera!

Domani torna la competizione che porta gli appassionati attraverso i passi alpini più belli. Un’edizione ispirata al talento: Le Dolomiti come un’opera d’arte. Non so cos’è l’arte. Ma non so nemmeno cosa non è. So solo che magicamente sono trasportato in un’altra dimensione quando vedo un Cristo…

Wir haben die Wahl

Wir haben die Wahl. Wir können entscheiden, ob wir uns als Menschen und Gesellschaft zurückentwickeln wollen oder ob wir uns für ein besseres Leben motivieren, indem wir uns auf das Gute konzentrieren. Was ist gut? Das wird offensichtlich, sobald wir begriffen haben, was nicht gut ist. Mir ist…

Possiamo educarci a vedere il bello

Se diventiamo ciechi davanti a tutto il Bene e il Bello che c’è, se continuiamo a demoralizzarci, perdiamo la speranza. Il tragico, per molti drammatico, momento, se amplificato fa nascere un’inerte tristezza che favorisce la sottomissione. E allora sì, inermi, assisteremo all’avvicinarsi della…

Lieber Arno

bitte fasse es nicht als Respektlosigkeit auf, wenn ich mir erlaube, dich zu duzen. Wir kennen uns seit Jahren, und ich glaube, es ist in Ordnung, wenn ich Arno zu dir sage. Also, lieber Arno, der Punkt ist: Ich bin traurig. Und das Schlimme daran ist, dass du derjenige bist, der mich traurig…

Quattro passi avanti e due indietro

“Quando le generazioni future giudicheranno coloro che sono venuti prima di loro sulle questioni ambientali, potranno arrivare alla conclusione che questi ‘non sapevano’: accertiamoci di non passare alla storia come la generazione che sapeva, ma non si è preoccupata”, diceva Mikhail Gorbaciov. Nei…

Wenn uns das Hässliche verführt

In diesen schwierigen Zeiten könnte man manchmal glatt den Eindruck bekommen, dass Hässliches verführerischer ist als Schönes. Dass das menschliche Handeln gerne mal aus dem Garstigen schöpft, hat ja Tradition. Doch in der letzten Zeit kommt es mir vor, als läge im Verunstalteten etwas besonders…

Giulan CARLO WILLEIT!

Cocciuto, burbero e provinciale, rifiutava le catene come un uomo intelligente che non vuole lasciarsi sottomettere, ma era al contempo attaccato alla sua terra come una pianta. Anche per questo, ha subito la durezza della mastodontica clava della SVP. Non lo sopportavano, e non me ne meraviglio:…